Categorie
Regionali

Finanziamenti Puglia a fondo perduto 2021: bandi B&B, agricoltura, turismo, giovani e imprenditoria femminile

La richiesta di un finanziamento a fondo perduto alla Regione Puglia potrebbe portare alla realizzazione di un sogno. Periodicamente, infatti, vengono attivati dei bandi volti al sostegno delle attività imprenditoriali che consentono di ottenere interessanti aiuti economici per poter avviare, rinnovare o ingrandire un’azienda.

Alcuni finanziamenti sono dedicati a specifiche categorie di imprenditori, come i giovani e le donne, mentre altri prestiti possono riguardare particolari tipologie di imprese o specifiche attività. La varietà delle proposte garantisce un’offerta ampia adatta alla soddisfazione di diversi tipi di esigenze. Oggi scopriremo i bandi che prevedono un finanziamento a fondo perduto per l’apertura di un Bed & Breakfast, per il sostegno di un’impresa nel settore del turismo o dell’agricoltura, dell’imprenditoria giovanile e femminile nel 2021 in Puglia.

Finanziamenti a fondo perduto Puglia 2021: bandi per B&B e case vacanze

Periodicamente la regione Puglia attiva nuovi bandi per favorire lo sviluppo imprenditoriale della regione stessa. Le agevolazioni previste dai bandi possono essere di diverso tipo, dai finanziamenti a fondo perduto ai prestiti a tasso zero, così come variano i destinatari del finanziamento. Gli imprenditori interessati ad aprire un b&b o a gestire una casa vacanza possono approfittare del NIDI, il Fondo rivolto alle Nuove Iniziative di Impresa e al sostegno delle microimprese di nuova costituzione. L’aiuto viene dato sotto forma di fondo perduto e di prestito rimborsabile. Le forme sono differenti in base al progetto da realizzare. Gli investimenti fino a 50 mila euro prevedono una agevolazione pari al 100%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile. Se l’investimento è compreso tra i 50 mila euro e i 100 mila, invece, l’agevolazione sarà pari al 90% con la stessa ripartizione a metà tra fondo perduto e prestito rimborsabile. La percentuale di agevolazione per un finanziamento compreso tra 100 mila euro e 150 mila euro sarà dell’80% mantenendo la stessa ripartizione. E’ previsto, poi, un contributo di 10 mila euro sulle spese di gestione di inizio attività. Il prestito dovrà essere rimborsato in 60 mesi e il tasso applicato sarà fisso.

I destinatari del bando sono giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, donne di età superiore ai 18 anni, disoccupati senza lavoro subordinato nell’ultimo mese, persone in procinto di perdere il posto di lavoro e titolari di partita IVA non iscritti al registro delle imprese, che intendono aprire un Bed and Breakfast o una casa vacanza da zero. In alternativa, possono richiedere l’agevolazione chi ha un’impresa di questa tipologia costituita da meno di sei mesi o costituita da più di sei mesi ma configurata come passaggio generazionale, rilevamento di impresa, cooperativa sociale o beneficiaria della misura PIN (Pugliesi innovative).

La procedura di accesso all’agevolazione è semplice e prevede la compilazione di una domanda preliminare in cui si descriverà nei dettagli il progetto (caratteristiche economiche e tecniche, profili dei partecipanti, ammontare delle spese… ). Non sarà necessario inviare documentazione cartacea né utilizzare la PEC.

Finanziamenti agricoltura Puglia a fondo perduto 2021

I bandi per i finanziamenti relativi al settore dell’agricoltura vengono spesso attivati dalla regione Puglia data l’importanza che tale settore riveste per la regione. Da poco si è concluso un bando di aiuti per l’apicoltura e attualmente è attivo solamente il bando dedicato alla salvaguardia degli olivi monumentali. Si tratta di un tassello fondamentale per il Piano straordinario di rigenerazione olivicola della Puglia. La richiesta del contributo può essere inoltrata da coloro che intendono innestare i propri olivi monumentali per proteggerli dall’azione del batterio Xyella fastidiosa. La dotazione finanziaria è di 4 milioni e 950 mila euro e sono ammessi al finanziamento gli interventi di innesto anche se di tipo sperimentale, a condizione che siano realizzati con varietà di olivo riconosciute resistenti o tolleranti all’organismo come specificato dal Comitato Fitosanitario Nazionale. Il costo dell’innesto è stimato a 140,00 euro a pianta e il contributo previsto è dell’80%.

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura propone, poi, la promozione di Micro, Piccole e Medie Imprese di tutti i settori economici attraverso il sostegno per l’acquisizione di servizi volti a favorire l’avvio o lo sviluppo del commercio internazionale utilizzando le tecnologie digitali. Il contributo a fondo perduto è del 70% e le agevolazioni verranno erogate sotto forma di voucher per un importo massimo di 2.500,00 euro. Il bando sarà attivo fino al 30 giugno 2021 e tra le spese ammissibili citiamo i servizi di consulenza, l’acquisto di beni o servizi, l’acquisizione di certificati e le spese per l’adeguamento a norma di legge.

Le PMI della regione Puglia operanti nel settore agricolo possono, poi, richiedere il contributo a fondo perduto più finanziamento a tasso agevolato previsto dal Bando Macchinari innovativi. L’agevolazione al 75% consente l’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature funzionali per la realizzazione di programmi di investimento innovativi come macchine per il packaging, macchine per i settori alimentari e dell’ortofrutta e macchine per la lavorazione delle plastiche. Le micro e piccole imprese potranno ottenere un contributo in conto impianti al 35% e il finanziamento agevolato al 40% mentre le medie imprese vedranno una ripartizione del 25% e 50%. La compilazione della domanda potrà iniziare il 13 aprile 2021 mentre l’invio è previsto dal 27 aprile 2021.

Bandi di finanziamento a fondo perduto per il turismo nella Regione Puglia

Gli imprenditori del settore del turismo possono richiedere un finanziamento a fondo perduto partecipando al bando Resto al Sud 2021 dedicato al sostegno delle imprese del Mezzogiorno e delle imprese del Centro Italia presenti nelle aree del cratere sismico. I destinatari del bando sono imprenditori di età massima di 55 anni che chiedono un finanziamento per le attività produttive nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli, della pesca, dell’acquacoltura, della fornitura di servizi a persone e alle imprese, delle attività libero professionali e del turismo. Le agevolazioni coprono il 100% delle spese ammissibili con la ripartizione del 50% di contributo a fondo perduto e del 50% di finanziamento bancario con interessi a carico di Invitalia. Ogni richiedente può fare domanda per un massimo di 50 mila euro che arriva a 200 mila in caso di società di quattro soci. Le imprese individuali possono, invece, fare domanda di 60 mila euro. E’ previsto, poi, un contributo a fondo perduto di 15 mila euro per le ditte individuali e le attività professionali individuali fino a massimo 40 mila euro per una società. Tra le spese ammissibili citiamo la fornitura di servizi per aprire una attività ricettiva turistica, la ristrutturazione o la manutenzione straordinaria di beni immobili, l’acquisto di macchinari e nuove attrezzature, di programmi informatici e servizi per le tecnologie e l’informazione e le spese di gestione per un massimo del 20% del programma. Non è prevista una data di scadenza per l’invio delle domande di partecipazione al bando dato che le richieste potranno essere inoltrate fino ad esaurimento fondi.

Un altro bando riguardante il turismo è GAL Luoghi del Mito per il sostegno di nuove imprese e gli investimenti nel settore del turismo, artigianato e enogastronomia. E’ inclusa, dunque, la componente ricettività del turismo rurale sostenibile (rientrano anche gli agriturismo, le case vacanze e i b&b), quella naturalistica e culturale. Gli interventi devono essere realizzati nell’area GAL coincidente con i territori di Castellaneta, Ginosa, Laterza, Massafra, Mottola e Palagianello. I contributi sono al 100% in fondo perduto e gli interventi ammessi sono l’avviamento di nuove imprese di servizi – start up- nel settore del turismo e delle tradizioni artigianali ed enogastronomiche del Parco rurale delle Gravine e il sostegno agli investimenti.

Imprenditoria giovanile e femminile: ecco i bandi 2021 della Regione Puglia

I giovani pugliesi con un sogno imprenditoriale possono approfittare del già citato bando Resto al Sud per realizzare il proprio progetto. In alternativa, giovani e donne possono inviare le domande di finanziamento a fondo perduto tramite il bando Smart % Start Italia di Invitalia. L’incentivo vuole agevolare la nascita e la crescita delle start up innovative ad alto contenuto tecnologico nell’ambito dell’imprenditoria giovanile e femminile. Le società destinatarie devono essere di piccola dimensione e costituite da massimo 48 mesi. La percentuale di agevolazione a fondo perduto è del 20% mentre il resto delle spese si potrà sostenere con un mutuo senza interessi.

La regione Puglia, poi, dedicata un bando ai giovani e alle donne molto interessante per chi desidera avviare una nuova attività imprenditoriale, Nuove Imprese Tasso Zero. Non prevede un contributo a fondo perduto ma un finanziamento agevolato a tasso zero con una copertura del 75% dell’investimento ammesso. La restituzione del prestito dovrà avvenire in 8 anni dal momento dell’erogazione, la prima rata si dovrà pagare dopo sei mesi dall’avvio dell’attività, le rate sono semestrali, costanti, posticipate e il finanziamento è assistito dalle garanzie previste dal codice civile per un valore massimo pari all’importo della somma concessa. Destinatari del bando sono le imprese costituite come società da non più di 12 mesi al momento della presentazione della domanda e le persone fisiche che costituiscono la società entro 45 giorni dall’ammissione delle agevolazioni. L’agevolazione è dedicata, poi, a giovani fino a 36 anni e donne senza alcun limite di età.

Le iniziative finanziarie ammissibili sono la produzione di beni e servizi nei settori industriali, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli, la fornitura di servizi alle imprese e alle persone, il commercio di beni e servizi e il turismo. Il piano di investimenti deve essere realizzato entro 24 mesi e l’importo massimo del programma di investimento è pari a 1.500.00,00 euro. Come per tutti gli altri bandi, la presentazione di un eccellente business plan è fondamentale per dimostrare di essere il perfetto destinatario dell’agevolazione.

14 risposte su “Finanziamenti Puglia a fondo perduto 2021: bandi B&B, agricoltura, turismo, giovani e imprenditoria femminile”

Salve,
Per poter accedere al bando inerente all agricoltura quali sono i requisiti? Quando scade il bando? Grazie
Attendo una risposta

Salve vorrei investire nel turismo cioè escursioni con barche.ho 40 anni è mi servirebbero almeno 30 mila euro x poter avviare inizialmente la mia attività come potrei fare domanda x poter avere finanziamenti statali anke nn a FONDO PERDUTO.grazie

Salve, sono una donna di 53anni e vorrei iniziare un’attività agricola, vorrei sapere se ho la possibilità di chiedere un finanziamento a fondo perduto, anche per la”acquisto di un terreno

Salve ho una palazzina grezza e vorrei trasformarla in un beb quali spese potrei coprire con un finanziamento a fondo perduto e fino a che cifra potrei ottenere grazie.

Sono Salvatore ho 30 anni vorrei avviare un attività agricola vorrei sapere se c’è possibilità di usufruire del fondo perduto agricolo x l’acquisto di alcuni terreni grazie

Vorrei realizzare una struttura con lo scopo di utilizzarla come b e b su specchia (lecce)
Potrei sapere che tipo di fondi potrebbero rientrare?grazie

Buongiorno vorrei sapere come ricevere contributi,Psr,o fondi finalizzati per cambiare coltura da agrumeto a uliveto…….la superfice é di circa 6000 mq…un mezzo ettaro abbondante…. la proprietaria del terreno é mia madre,più tre figli proprietari legittimi…

Sono una donna di 51 anni, ho acquistato un terreno sotto il comune di Ostuni e vorrei costruirci ex novo una casa vacanza con piscina. Ci sono delle agevolazioni a fondo perduto ? Grazie

ho 60 anni,voglio acquistare un trullo di 150 mt.i puglia e trasformare in b&b o casa vacanza.
ci sono o ci saranno dei finanziamenti x l’acquisto e ristrutturazione ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *