Categorie
Regionali

Finanziamenti Regione Lombardia a fondo perduto 2021: bandi online per giovani, start up, donne e pmi

La regione Lombardia attiva periodicamente interessanti bandi che propongono finanziamenti a fondo perduto per aiutare neo imprenditori o titolari di una attività già avviata a creare un’impresa oppure ad espanderla.

Solitamente, i finanziamenti sono rivolti a specifiche categorie come i giovani, le donne, le start up e le piccole e medie imprese. I bandi, infatti, nascono per sostenere l’imprenditorialità giovanile e femminile e l’ideazione di un’attività innovativa nel campo della tecnologia. Rappresentano un’opportunità unica per poter ricevere la somma necessaria per poter avviare l’impresa e il ricevente potrà restituirne solo una parte dato che in molti casi la proposta è di finanziamenti a fondo perduto. Parliamo dunque, di prestiti che non prevedono l’obbligo di restituzione del capitale erogato e dei suoi interessi e che non richiedono la presenza di un garante o di una garanzia. La condizione indispensabile per ottenere il finanziamento è la presentazione di un business plan completo che dimostri la validità del proprio progetto imprenditoriale. Inoltre, occorrerà soddisfare specifici requisiti che verranno elencati di volta in volta nel bando di riferimento. Oggi scopriremo quali sono i bandi con finanziamento a fondo perduto nel 2021 per la regione Lombardia dedicati ai giovani, alle donne, alle star up e alle piccole e medie imprese.

Finanziamenti Giovani e Start Up Regione Lombardia a fondo perduto 2021

La panoramica sui finanziamenti a fondo perduto avviati dalla regione Lombardia inizia con il bando Made 2021 Industria 4.0 per progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Le agevolazioni sono finalizzate a favorire la realizzazione di progetti di innovazione (di prodotto, di processo e di organizzazione), della ricerca industriale e lo sviluppo su temi di industria 4.0 ossia sulla tendenza dell’automazione industriale che integra delle nuove tecnologie produttive per migliorare le condizioni di business, aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti. I beneficiari del prestito a fondo perduto sono le micro imprese, le start up, le piccole imprese, le medie imprese, le grandi imprese che possono presentarsi sia in forma singola che in collaborazione tra loro. Le agevolazioni previste nel bando della Regione Lombardia si presentano sotto forma di finanziamento del 50% delle spese ammissibili dedicate alle attività di ricerca industriale, del 50% delle spese ammissibili dedicate alle attività relative agli studi di fattibilità e del 25% delle spese ammissibili dedicate alle attività di sviluppo sperimentale. Tutto l’aiuto per lo sviluppo sperimentale potrà essere aumentato fino ad un massimo del 50% dei costi ammissibili secondo specifici criteri. Dieci punti percentuali per le medie imprese e venti punti percentuali per le piccole imprese, quindici punti percentuali per la diffusione del progetto attraverso pubblicazioni, conferenze e banche dati di libero accesso. Un’altra misura di finanziamento prevede, poi, il 50% delle spese ammissibili dedicate alle attività di innovazione delle piccole e medie imprese e del 50% per le spese sostenute per l’innovazione dei processi e dell’organizzazione delle imprese in fase iniziale o delle PMI.

Il contributo massimo richiesto non dovrà superare i 100 mila euro mentre l’importo totale stanziato per il bando in questione rivolto alle start up e alle PMI è di 1.200.000,00 euro. Le domande potranno essere inviate entro e non oltre il 20 aprile 2021 e i business plan dovranno presentare esclusivamente progetti di Industria 4.0 che si riferiscono in modo specifico alla progettazione, ingegnerizzazione del prodotto, alla pianificazione e al monitoraggio real-time della produzione, alle tecnologie digitali per la gestione del fine ciclo del prodotto e il controllo e monitoraggio energetico. Altri aspetti del progetto possono riguardare la robotica collaborativa, i sistemi digitali di supporto all’operatore, l’intelligenza artificiale e Big Data Analytics e gli strumenti digitali a sostegno di metodologie di economia circolare e sostenibilità.

Un altro bando della Regione Lombardia che prevede un finanziamento a fondo perduto per le start up e i giovani che desiderano avviare un’impresa innovativa è Smart Money. Il bando nasce proprio con l’obiettivo di sostenere economicamente le start up innovative italiane che desiderano realizzare progetti di sviluppo e necessitano, dunque, di aiuti per ricoprire le spese connesse all’elaborazione di un piano di attività svolto con attori dell’ecosistema dell’innovazione. I beneficiari sono le start up innovative che soddisfano specifici requisiti come la classificazione di piccola impresa e la costituzione da meno di 24 mesi e l’iscrizione nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese. Inoltre, le start up devono avere sede legale nel territorio nazionale compresa la Regione Lombardia, devono trovarsi nelle prime fasi di avviamento dell’attività, devono essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non devono operare nel settore dell’agricoltura primaria, della pesca e dell’acquacoltura. Le spese dovranno essere di importo non inferiore a 10.000,00 euro al netto dell’IVA e sostenute entro 18 mesi dalla data di delibera dell’ammissione alla partecipazione al bando.

Finanziamenti Lombardia a fondo perduto per imprenditoria femminile: bandi 2021

La Regione Lombardia attiva periodicamente bandi con finanziamenti a fondo perduto rivolti al sostegno dell’imprenditoria femminile e probabilmente anche il 2021 sarà un anno importante per tutte le donne che desiderano avviare un’attività imprenditoriale. Al momento, però, un bando che ha come protagoniste le imprenditrici lombarde non prevede l’agevolazione del fondo perduto ma un tasso zero e incentivi pari al 75% per la creazione di imprese femminili. La proposta parte da Invitalia e si rivolge alle start up e piccole imprese a prevalente partecipazione giovanile o femminile. Tra i beneficiari troviamo, dunque, donne di tutte le età che hanno avviato un’attività da non più di 12 mesi rispetto alla presentazione della domanda. La dotazione finanziaria del bando è di 150 milioni e le agevolazioni verranno concesse fino ad esaurimento dei fondi e in base all’ordine di presentazione della domanda. In particolare, le imprenditrici potranno approfittare di un finanziamento agevolato a tasso zero con la copertura del 75% delle spese ammissibili. La somma dovrà essere restituita in 8 anni con il pagamento della prima rata dopo sei mesi dall’inizio dell’attività. Le iniziative ammesse nel finanziamento sono la produzione di beni nei settori industria, artigianato e la trasformazione dei prodotti agricoli, la fornitura di servizi alle imprese e alle persone, il commercio di beni e servizi e il turismo. Il limite massimo di spesa è di 1.500,000 mila euro.

Finanziamenti PMI Lombardia a fondo perduto 2021

Alcuni dei bandi precedentemente citati includevano tra i destinatari delle agevolazioni le Piccole e Medie Imprese della Regione Lombardia. Le occasioni, però, continuano con altre opportunità di finanziamento a fondo perduto proposte per l’anno 2021. Nello specifico, segnaliamo il Bando Sviluppo d’Impresa 2021 che prevede un fondo di 628 mila euro per l’assistenza e la consulenza di imprese non connesse al settore della produzione primaria dei prodotti agricoli a favore delle microimprese, piccole e medie imprese della provincia di Bergamo. Il contributo a fondo perduto verrà erogato sotto forma di voucher pari al corrispettivo richiesto dai soggetti accreditati per l’esecuzione degli interventi e potrà essere pari al massimo a 70,00 euro per ogni ora di consulenza senior  e a 35,00 euro per ogni ora di consulenza di accompagnamento (pari al massimo al 50% del monte ore di consulenza senior). La scadenza del bando in questione è fissata al 31 dicembre 2021 e tra le spese ammissibili troviamo le azioni rivolte al supporto di nuovi approcci strategici ai modelli imprenditoriali, ai processi produttivi e alla definizione di piani di marketing, le azioni volte al sostegno del trasferimento tecnologico, dello sfruttamento e della valorizzazione delle tecnologie e le azioni destinate al supporto dell’azienda durante le fasi di trasformazione ponendo particolare attenzione al passaggio generazionale.

Un’altra opportunità offerta da Bergamo è la partecipazione al bando con finanziamento a fondo perduto per le PMI che intendono realizzare interventi di assistenza e consulenza. Il Bando vuole supportare le imprese nel processo di implementazione dei processi di revisione del proprio business per poterlo orientare all’internalizzazione. In questo caso le agevolazioni saranno di 100,00 euro per ogni ora di consulenza senior e di 40,00 euro per la consulenza di accompagnamento.

Interessante, poi, l’opportunità per le PMI di approfittare dei contributi a fondo perduto proposte dalla Regione Lombardia per le nuove imprese agricole giovanili. I beneficiari sono i giovani imprenditori agricoli che intendono insediarsi in una piccola o media impresa con produzione standard compresa tra 12 mila e 200 mila euro se ubicata in zona svantaggiata o tra 18 mila e 200 mila euro se ubicata in “altre zone”. Il premio sarà di 40 mila euro per le imprese site in zone svantaggiate e di 50 mila euro per le aziende ubicate in zone di montagna svantaggiate. la dotazione finanziaria del bando è di 1.500.000,00 euro e le domande potranno essere inviate fino alle ore 12.00 del 20 giugno 2022.

Un ultimo bando segnalato riguarda le PMI che desiderano usufruire del contributo a fondo perduto per lo Sviluppo di strategie per i mercati globali. Non solo mercati italiani, dunque, ma competitività anche nei mercati esteri sviluppando canali di promozione e commercializzazione digitale. Micro, piccole e medie imprese possono ottenere l’agevolazione a fondo perduto del 65% (misura A per le imprese che vogliono migliorare la visibilità online e posizionare l’offerta produttiva sui canali di vendita digitale) o del 70% (misura B per le PMI che hanno partecipato al Progetto Filiera Digitale – Social Commerce nel 2020 e desiderano migliorare la presenza sui social commerce) delle spese ammissibili fino a 10 mila euro per un intervento minimo pari a 5 mila euro. Le domande potranno essere inviate entro le ore 14.00 del 16 luglio 2021.

Una risposta su “Finanziamenti Regione Lombardia a fondo perduto 2021: bandi online per giovani, start up, donne e pmi”

Segnalatemi finanziamenti a fondo perduto, o agevolati. Ci sono finanziamenti per over 58 che fanno impresa settore commercio?
Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *