Categorie
Tasso Zero

Finanziamento Ikea Tasso Zero 2022: documenti necessari, come funziona, guida completa

Quando si deve acquistare un mobile o trovare delle soluzioni di arredamento per la propria casa, il primo nome che viene in mente è sicuramente quello di Ikea: il colosso svedese è presente anche in Italia con ben ventidue punti vendita. Spesso quando si va in negozi del genere si fanno acquisti per cifre importanti: per poter gestirle al meglio la spesa è possibile beneficiare del finanziamento Ikea a Tasso Zero 2022.

In pratica questa soluzione permette di dilazionare nel tempo il pagamento dei mobili e degli accessori acquistati senza dover versare gli interessi. Si tratta quindi di un’opzione molto interessante: in questa guida verrà spiegato come funziona il prestito, chi può usufruirne e quali documenti sono necessari.

Cosa si può acquistare con i finanziamenti di Ikea a tasso zero

Ikea è una realtà che non ha bisogno di presentazioni. Nei suoi negozi e nel suo catalogo online è possibile trovare praticamente di tutto. Le categorie di articoli disponibili con finanziamento a tasso 0 sono davvero tante: mobili, mobili e accessori da esterno, tessili, cucine ed elettrodomestici, articoli per la cucina, decorazioni, letti e materassi, illuminazione, tappeti, zerbini e pavimenti, piante e vasi, accessori per gli animali, smart home, elettronica, lavanderia e pulizia, bricolage, prodotti per il tempo libero, prodotti per la sicurezza e addirittura gastronomia svedese.

La catena è famosa per i suoi prezzi alla portata di tutti, ma quando si acquistano più articoli oppure quando si compra l’arredamento per l’intera casa è facile che il conto arrivi a cifre difficili da gestire in un’unica soluzione. Per questo motivo, grazie ad una collaborazione con la società finanziaria Agos, Ikea ha predisposto una serie di prestiti flessibili che consentono di dilazionare il pagamento in rate mensili: la più famosa è sicuramente il finanziamento Ikea a Tasso Zero, ma ci sono anche altre proposte da prendere in considerazione.

Come funziona il finanziamento Ikea Tasso Zero 2022

Il finanziamento Ikea Tasso Zero 2022 può essere richiesto nel periodo tra il 2 marzo ed il 7 giugno di quest’anno. Il prestito consente di suddividere il pagamento in rate mensili, la prima delle quali viene pagata a trenta giorni dall’acquisto. Si parla di tasso zero perché TAN e TAEG sono fissi allo 0%: questo significa che non vengono applicati interessi e che non sono previsti ulteriori oneri a carico del cliente. È possibile finanziare importi dai 99 euro ai 10.000 euro, con il piano di rimborso che può durare fino a 30 mesi. L’esempio riportato sul sito ufficiale di Ikea fa riferimento ad un prestito da 1.500 euro, che può essere rimborsato in 30 mesi con rate da 50 euro.

Fino al 31 agosto 2022 è possibile beneficiare anche del finanziamento Ikea a Tasso 0 anche per l’acquisto di cucine. Le condizioni sono le medesime: TAN 0%, TAEG 0% e piano di rimborso che può durare fino a 30 mesi; cambia solo l’importo minimo finanziabile, che ammonta a 1.500 euro, mentre quello massimo rimane pari a 10.000 euro. Entrambe le formule a tasso zero sono disponibili anche per chi compra online dal sito ufficiale di Ikea, ma ad una condizione: gli acquisti devono essere fatti attraverso il servizio di progettazione. Per farlo è sufficiente prenotare un appuntamento con gli esperti della catena.

Documenti necessari per ottenere il finanziamento Ikea a Tasso 0

Per poter richiedere il finanziamento Ikea a Tasso Zero è necessario fornire una serie di documenti. Innanzi tutto bisogna avere a portata di mano una copia del documento di identità (carta di identità, passaporto o patente) e del codice fiscale. I cittadini stranieri residenti in Italia devono fornire anche un documento che certifichi la regolarità del loro soggiorno in Italia e che abbia una scadenza successiva alla scadenza del piano di rimborso.

Bisogna poi fornire un documento di reddito: i lavoratori dipendenti possono presentare la loro ultima busta paga, i lavoratori autonomi possono presentare il modello Unico relativo ai redditi dell’anno precedente (con la ricevuta di presentazione in allegato), mentre i pensionati possono presentare il modello OBIS/01M, il cedolino della loro pensione, il CUD o il 730. Infine bisogna comunicare ad Ikea le proprio coordinate bancarie, necessarie se viene scelto di pagare le rate tramite conto corrente.

La simulazione del finanziamento Ikea a Tasso Zero

È possibile effettuare una simulazione del finanziamento Ikea a Tasso Zero attivo nel 2022. Dopo essersi collegati sul sito ikea.com si entra nella sezione dedicata ai Servizi Clienti e poi in quella dedicata ai finanziamenti. Sotto la scheda dedicata al Tasso Zero è presente il bottone Richiedi il finanziamento: cliccandoci sopra si viene indirizzati ad una specifica pagina del sito di Agos (ricordiamo che i finanziamenti vengono erogati proprio da Agos, con Ikea che agisce da intermediario). In questa nuova pagina basta inserire l’importo che si desidera richiedere per poter visualizzare tutti i possibili piani di rimborso. Una volta individuata la soluzione più interessante è anche possibile procedere con la richiesta del finanziamento, che prevede quattro passi: privacy e documenti precontrattuali, inserimento dei dati anagrafici, selezione del negozio ed infine esito e conferma della richiesta.

Gli altri finanziamenti Ikea 2022

Come detto, il finanziamento Ikea a Tasso Zero non è l’unica soluzione messa a disposizione da Agos ed Ikea per consentire ai clienti di dilazionare il pagamento dei loro acquisti.

Credito Flessibile

Con Credito Flessibile è possibile finanziare importi tra i 299 euro ed i 30.000 euro, con piani di rimborso che possono durare minimo 6 mesi e massimo 60 mesi. Fino al 31 agosto 2022 è prevista l’applicazione di un TAN fisso al 4,85% e del TAEG al 4,96%. Anche chi compra online può richiedere il finanziamento, a patto che completi i suoi acquisti tramite i servizi di progettazione. Piccolo esempio: un prestito da 1300 euro può essere restituito in 30 mesi con rate da 46,10 euro (TAN 4,85% e TAEG 4,96%); a queste condizioni l’importo complessivo dovuto dal cliente ammonta a 1.383 euro.

Durante i periodo di rimborso si possono sfruttare le opzioni di flessibilità. Una volta all’anno e fino ad un massimo di tre volte nell’arco dell’intera durata del finanziamento è possibile richiedere la modifica dell’importo oppure il posticipo del pagamento della rata. Lo sfruttamento delle opzioni di flessibilità non comporta alcun costo per il cliente, però è riservato a chi ha scelto l’addebito diretto SDD come metodo di pagamento delle rate e si dimostra regolare nel rispetto degli impegni mensili.

Agos Pass

Agos Pass è una soluzione che permette di dilazionare il pagamento degli acquisti effettuati presso i punti vendita Ikea (quindi non può essere richiesto da chi acquista online da sito ikea.com). Questo prestito è disponibile fino al 31 agosto 2022 e prevede l’applicazione di un TAN fisso al 4,85% (TAEG 4,96%), con il pagamento delle rate che inizia a partire dal mese successivo a quello di acquisto. Questo prestito ha la formula della linea di credito revolving, con il fido che va a ricostituirsi dopo ciascun pagamento, in modo da poter essere riutilizzato presso gli stessi punti vendita (ma prima bisogna aver rimborsato regolarmente almeno sei rate o rimborsato l’intero importo per prestiti con durate inferiori). Per aprire la linea di credito bisogna presentare al punto vendita un documento di identità, la tessera sanitaria ed una carta di pagamento del circuito PagoBancomat.

Finanziamento Ikea Dedicato al tuo business

Infine c’è il finanziamento pensato per i clienti business, che è disponibile fino a queste condizioni fino al 31 agosto 2022. Il prestito Dedicato al tuo business permette di finanziare importi tra i 299 euro ed i 10.000 euro, con durate fino a 20 mesi. Il pagamento della prima rata avviene dopo trenta giorni; i tassi applicati sono: TAN fisso al 4,85% e TAEG 4,95%. Anche in questo caso facciamo un piccolo esempio: un prestito da 2.000 euro può essere restituito in 20 mesi con rate da 104,29 euro. L’importo complessivo dovuto dal cliente business ammonta a 2.05,80 euro. I documenti da presentare cariano in base alla categoria di appartenenza del cliente (liberi professionisti, ditte individuali, studi associati, società di persone o società di capitali).

Per tute le categorie è richiesta la partita IVA, le coordinate bancarie, il timbro della società, la data di  costituzione o inizio attività e, se necessaria, una visura catastale recente (non più vecchia di dodici mesi). Per accedere al finanziamento è necessario che l’attività abbia un’anzianità di almeno dodici mesi. Le ditte individuali, gli studi associati e le società c’è un’unica modalità di pagamento delle rate ammessa, ovvero il RID.

4 risposte su “Finanziamento Ikea Tasso Zero 2022: documenti necessari, come funziona, guida completa”

Ho un reddito mensile di 3000 €,entrate di fitti di mia proprietà, è possibile un finanziamento di 3000€ per acquisto di una cucina Ikea,da 5000€,dando un anticipo di 2000. ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.